#BookBook : IKEA sfida Apple

Con sagacia e prontezza, il colosso svedese dei mobili Ikea ha deciso di sfidare Apple in un campo in cui i due da anni si contendono il primato. No non nelle case dei consumatori, ma nel campo della pubblicità e delle visualizzazioni video su YouTube. È notizia di questi giorni che il nuovo spot #bookbook di Ikea, parodia degli ben noti spot Apple, stia raccogliendo consensi da tutta la rete che in un impeto di ilarità condivide notizie e video.

In cosa consiste, però, questa parodia e la sfida che Ikea ha lanciato ad Apple?

Semplicemente il colosso svedese dei mobili ha deciso di cogliere l’ondata di parodie che il mondo del web rifila nei confronti degli spot Apple (che ormai sono un vero e proprio standard di stile riconoscibile da ogni spettatore) e re-interpretarla a modo suo mettendo in primo piano l’altrettanto classico: il catalogo Ikea. In un impeto di ritorno alle origini, lo spot mostra un non specificato manager in Guru che si lancia nella spiegazione del nuovo prodotto che è un #bookbook (cioè un librolibro) e non un e-book a cui bisogna ricaricare la batteria o attaccare cavi elencando una serie di privilegi con il tono dei manager dell’azienda di Cupertino.

tra le altre caratteristiche che vengono menzionate come grandi passi della tecnologia abbiamo l’utilizzo della touch tactile cioè la possibilità di sfogliarlo e di sentire le pagine oltre che ammirarle. Per le prima volta, inoltre, il bookbook Ikea permette di condividere nel vero senso della parola e via così presentando in un nuovo modo un mondo ovvio allo spettatore che inspiegabilmente continuerà a ridere per tutti i 2:29 minuti del video che puntualmente condivide (qui nel senso virtuale) con tutti gli amici fiero di ricordarsi la bellezza dei gesti dello “sfogliare”.

Il bookbook Ikea ogni ora che passa si delinea come  interessante fenomeno che mette in campo tante logiche di web marketing mentre le oltre 4 milioni di visualizzazioni del video crescono a vista d’occhio esattamente come l’attesa per la risposta che darà Apple a questa parodia di un concorrente di….pubblicità.

Nell’attesa, ecco il video più discusso di questi giorni