VACUUM

Vuoto come assoluta mancanza di materia – Vuoto in cui è nulla la possibilità di condurre e trasmettere energia e non vi è fenomeno di polarizzazione, di generazione di campi energetici – Vuoto come eliminazione dell’aria, del pensiero, cristallizzazione dell’attimo come sottovuoto.
Vuoto insieme privo di elementi, IATO – GAP
E’ questo il titolo della prossima mostra proposta dalla galleria “made in SalernoR”, nell’ormai noto spazio di via duomo,8; in cui l’attenzione ai movimenti artistici della provincia salernitana sono seguiti da vicino con grande attenzione.
Dal 19 maggio alle ore 18.00 Pittura e Scultura contemporanea insieme si uniranno nel VACUUM concettuale della nostra realtà immediata, le opere di due artisti extra-ordinari Fabio Giocondo e Deborah Napolitano, ricondurranno il vuoto del nostro tempo a flusso di idee e di pensieri.
” Il pittore.. è innanzitutto un alchimista” dice Giocondo. Le sue alchimie trasfigurano l’immagine iniziale ed approdano a soluzioni stilistiche e formali in cui le figure diventano vere e proprie sculture bi-dimensionali, che rappresentano l’uomo moderno come imprigionato nella propria anonima quotidianità. Fabio Giocondo (Agropoli 1975) rifiuta il tipo di insegnamento accademico rivolgendosi all’osservatore con la sua personale visione del mondo utilizzando spesso tecniche pittoriche classicheggianti (soprattutto seicentesche e fiamminghe) a cui “ruba” le atmosfere intense come l’oscurità dello scenario e l’utilizzo del colore.
La scultura è l’atto creativo per eccellenza, dichiara Deborah Napolitano (Latina, 1973) il 3D è la sua dimensione, Architetto, designer comincia da autodidatta la sperimentazione di materiali e tecniche propri del fare artigiano declinandoli nelle varie forme dell’arte e del design. Reduce dal grande successo della sua personle Naturalis Historia presso la fondazione EBRIS, propone nello spazio Vacuum un’opera del tutto originale, FF SS.
Deborah e Fabio, Fabio e Deborah un incontro forte inatteso, spaventoso, ma di grandissimo impatto emotivo. Il vuoto riempito: di domande, di accuse, di affermazioni, di riflessioni su noi, su cosa stimo vivendo, e cosa vogliamo veramente dire.

VACUUM – Fabio Giocondo & Deborah Napolitano
inaugurazione – 19 maggio ore 18,00
made in Salerno, via duomo, 8 Salerno
*Allestimento curato da Deborah Napolitano per made in Salerno.