Gruppo Daclé, record sugli utili netti 2019, i più alti nella presidenza di Paolo Campiglio

Maggiori delle attese gli utili netti di Gruppo Daclé per il 2019, più alti di quelli del 2017 e del 2018 e addirittura ad un livello mai eguagliato da quando Paolo Campiglio, è stato nominato Presidente nel 2015.

Paolo Campiglio

Le ragioni dei risultati record degli utili netti 2019 del Gruppo guidato da Paolo Campiglio

Sono stati più elevati rispetto alle previsioni gli utili netti del Gruppo Daclé per quanto concerne il 2019. Nel dettaglio, sono in sensibile aumento se confrontati con quelli del 2017 e del 2018, e raggiungono anzi il risultato migliore degli ultimi anni, più precisamente da quando Paolo Campiglio è diventato Presidente nel 2015. I dati positivi confermano la capacità di Daclé di produrre reddito che sia sostenibile e responsabile, in attinenza con il proprio percorso come azienda e implementando un piano di assunzioni che coinvolge l’85% di figure giovani e con diversi iter di formazione. Oltre a questo, aspetti importanti quali il riconoscimento dell’apporto femminile in azienda e le lezioni sui topic dell’inclusività e dell’accettazione sono realtà per merito di un patto per la protezione delle diversità di genere e che punta sull’incremento di buone pratiche sotto i profili etico e sociale. Il contenimento dei costi in alcuni settori, risultato di specifiche politiche di miglioramento delle strutture e insieme alle aumentate collaborazioni sui territori soprattutto dell’Europa centrale e orientale, permetteranno nuovi investimenti diretti agli affari industriali e all’innovazione. La consolidata posizione patrimoniale e una disponibilità di liquidi molto superiore alle richieste regolamentari fanno del Gruppo Daclé guidato da Paolo Campiglio uno dei più affidabili per quanto riguarda il rating bancario delle realtà medio-grandi e con un importante capitale sociale.

Paolo Campiglio: gli impegni professionali tra dirigenza, attività politica locale e televisiva

Paolo Campiglio è un dirigente di impresa, con esperienza nella conduzione di affari sui mercati esteri e nell’internazionalizzazione delle aziende, con particolare focus su Europa centrale e orientale. Nato a Milano nel 1975, si diploma in ambito giuridico-amministrativo presso il liceo commerciale. In seguito si iscrive alla Facoltà di Farmacia dell’Università di Pavia, con l’idea di portare avanti nel tempo la tradizione familiare nel settore. Attualmente è direttore esecutivo della holding del gruppo Daclé e presidente di Daclé SA. Ha maturato significativi traguardi nei ruoli di consulente e associate advisor della British-Polish Chamber of Commerce e in qualità di vice-presidente esecutivo della Camera di Commercio Italo-Polacca. Ha inoltre rivestito mansioni di primissimo piano come direttore e coordinatore di numerose realtà italiane ed estere. Unitamente all’attività imprenditoriale si è speso a livello politico locale, venendo eletto consigliere comunale di Legnano per 15 anni e ricoprendo l’incarico di presidente del consiglio nell’ultimo dei tre mandati quinquennali. Paolo Campiglio è inoltre un esperto critico televisivo e, da qualche anno, ospite del Festival di Sanremo tra i rappresentanti della stampa estera come giurato nella sala stampa RAI al Teatro Ariston: appuntamento che segue in qualità di vice direttore di Radio 1 New York, l’emittente radio più ascoltata dalla popolazione italo-americana negli Stati Uniti.