Una “frutta box” bio per connettersi a una sana alimentazione

“Vorremmo viaggiare, ma ancora non si può. Vorremmo abbracciare le persone care, ma ancora non si può. Vorremmo progettare il futuro: si può, ri-mettendo in circolo tutta la nostra energia.” Queste parole di Fausto Faggioli, attuatore di Happy Bio 2020, introducono gli obiettivi di questo progetto che, frutto della collaborazione tra Confcommercio e Camera di Commercio di Ravenna, Comune di Ravenna, Stabilimenti Balneari della costa romagnola e Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC),vuole raccontare una storia con una nuova formula, per raccordare al polo costiero romagnolo un’offerta in cui “la vacanza” diventa occasione di promozione dell’intero Territorio, assumendo come elemento centrale strategico la sana alimentazione bio. La nuova formula di Happy Bio 2020 è una stuzzicante “frutta box” con tanta frutta da coltivazione biologica.

“Questo periodo Covid-19 – rilevano Elio e Mirko Leoni del Bagno Perla di Punta Marina T., uno degli Stabilimenti balneari presso i quali il progetto avrà questa formula – rende ancor più attuale il legame delle esperienze con il gusto e i sapori. In occasione dell’appuntamento Happy Bio, sarà il “pesce azzurro” dell’Adriatico, il protagonista dell’incontro “mare-campagna” a tavola. La tipicità delle pietanze proposte, consentiranno una genuina “mangiata di pesce”, come nella più tipica tradizione marina romagnola, in piena tranquillità per tutti, debitamente distanziati come dalle direttive Covid-19.”

Il turismo esperienziale è tema portante anche del progetto “Il Turismo esperienziale nella Destinazione Ospitale Ravennate”, promosso da Soc. CAT srl di Confcommercio Ravenna, con il contributo della Regione Emilia-Romagna. Un nuovo modo di intendere la destinazione del viaggio, secondo cui il turista vuole vivere “come la gente del posto”, facendo esperienze autentiche e vere. Dove, per “esperienza”, si intende quella leva che oggi motiva le persone ad intraprendere un viaggio e a scegliere una determinata meta al posto di un’altra. Dove, per esperienza, si intende quella serie di emozioni e di azioni che rendono indimenticabile un viaggio o una vacanza.

Si parla quindi di un Turismo esperienziale in grado di far interagire fra loro imprenditori, territori e Comunità locali, pienamente condiviso dal gruppo di partecipanti al Corso ITS Turismo e Benessere “Tecnico superiore esperto di marketing 4.0 per lo sviluppo turistico dei territori”, sede di Cesena (FC), referente Monica Masotti e tutor Silvia Bostrenghi.
“I corsisti – conclude Michele Locatelli, direttore ITS – attraverso la formazione on line e lo smart working hanno avuto la possibilità di vivere questi progetti prima “virtualmente”, oggi negli appuntamenti Happy Bio sulla costa, in prima persona. Suggerimenti, intuizioni, proposte, infinite le possibilità che la “rete” ha offerto e offre in questo periodo Covid-19 per permettere che il “virtuale” si trasformi in “reale” coinvolgimento.” Il gruppo ITS: Fausto Faggioli, Silvia Bostrenghi, Abbondanza Andrea, Basaglia Maurizio, Emiliani Chiara, Gentile Manuel, Giunchi Cesare, Mazzoni Pamela.